L’arte digitale e il glitch – James Usill

Grimes Glitch Portrait - 2015 - James Usill
Grimes Glitch Portrait – 2015 – James Usill

Il digitale e l’elettronica ormai sono alla portata di tutti, spesso le persone elaborano progetti o creano cose innovative partendo da elaborati digitali. Per quanto riguarda la grafica ormai i computer e i vari software permettono di progettare manifesti, locandine, riviste e altro con grande facilità.

Volatile Valentino No. 1 - 2017 - James Usill
Volatile Valentino No. 1 – 2017 – James Usill
Deep State Laughs - 2017 - James Usill
Deep State Laughs – 2017 – James Usill

James Usill è un graphic designer del Regno Unito che con la sua grande sapienza di composizioni ed equilibri grafici riesce ad utilizzare il glitch come elemento estetico per molte sue opere e progetti grafici. L’artista ha studiato  presso Plymouth College of Art e attualmente vive a Londra e lavora presso Designer For Music.

Elle Fanning Glitch Portrait - 2017 - James Usill
Elle Fanning Glitch Portrait – 2017 – James Usill
Untitled _201600137 - 2016 - James Usill
Untitled _201600137 – 2016 – James Usill

Per la realizzazione delle sue astratte e glitchate opere d’arte James Usill adopera alcuni programmi del computer, tra cui: Photoshop, Hex Editor, Audacity e Wordpad. Questo artista è molto conosciuto nella rete sia tramite Tumblr che grazie al suo profilo Facebook.

Digital Expressionism 23 - 2015 - James Usill
Digital Expressionism 23 – 2015 – James Usill
Digital Expressionism 26 - 2015 - James Usill
Digital Expressionism 26 – 2015 – James Usill

Nel 2015 ha partecipato alla mostra “Glitch Art is dead”  formata dalla collettiva degli artisti che esponevano opere che appartengono alla Glitch Art, allestita tra il 19 e il 31 settembre 2015 al  Teatr Barakah a Cracovia in Polonia. In questa occasione Usill ha potuto esibire  10 pezzi della sua forma espressiva digitale e ha affermato: “E’ un vero onore essere mostrato a fianco di alcuni dei più importanti e stimolanti artisti che lavorano con questo stile. Sono d’accordo con quello che la mostra propone, vedo l’arte e il problema tecnico come vicino a raggiungere il picco nella popolarità e fascino mainstream, e sono stupito dal fatto che il mio lavoro è stato selezionato per rappresentare questa comunità stimolante“.

Digital Expressionism 32 - 2015 - James Usill
Digital Expressionism 32 – 2015 – James Usill
Digital Expressionism 36 - 2015 - James Usill
Digital Expressionism 36 – 2015 – James Usill

L’artista nei suoi lavori fa vedere un aspetto più artistico e una visione più legata al consumo, alle marche e ai nuovi media. Questi elementi sono diffusi nella vita quotidiana delle persone e soprattutto in internet.

American Vogue Girls I - 2015 - James Usill
American Vogue Girls I – 2015 – James Usill
IT DOESN’T EVEN MATTER - 2015 - James Usill
IT DOESN’T EVEN MATTER – 2015 – James Usill

Negli ultimi tempi ha potuto sperimentare nuove tecniche e ha realizzato diversi modi di espressione. Uno dei suoi lavori più innovativi si basa sulla scansione dei suoi autoritratti in 3D.  Successivamente li ha lavorati cercando di realizzare dei glitch su di essi. L’obbiettivo di questo lavoro è cercare di reinterpretarsi. James Usill è un artista che cerca sempre l’innovazione e guarda con attenzione le novità tecnologiche.

3D Glitch Self Portrait - James Usill
3D Glitch Self Portrait – James Usill
3D Glitch Self Portrait - James Usill
3D Glitch Self Portrait – James Usill

Fonti:
http://portraitch.altervista.org/james-usill/
http://www.plymouthart.ac.uk/
http://jamesusill.tumblr.com/
https://www.behance.net/james_usill